Continua la marcia trionfale di Golden State e San Antonio nella Western Conference NBA. I Warriors hanno ottenuto infatti il 36esima successo stagionale su 38 partite disputate vincendo all’Oracle Arena per 111-103 contro i Miami Heat. Non è stata però una passeggiata per il team californiano, sopra di soli 3 punti all’inizio dell’ultimo quarto. In cattedra il solito Stephen Curry, che è stato in panchina nell’ultimo quarto ma comunque con 31 punti in referto, 22 per Draymond Green con 12 rimbalzi, e 17 di bottino personale per Klay Thompson. Fondamentale per i campioni in carica la resa delle “seconde linee”: a referto i 12 punti e i sei rimbalzi di Harrison Barnes e i nove punti del’MVP delle final NBA Andre Iguodala. Ad un passo per il team californiano il record di vittorie in stagione di Chicago nella stagione 97 con 72 successi.

SUPER SPURS - Gli Spurs  dal canto loro continuano la loro marcia verso le Final NBA: inflitta una severa sconfitta a domicilio ai Brooklyn Nets (79-106 lo score) del Mago Andrea Bargnani,   che centrano la 28esima sconfitta stagionale su 38 gare. La squadra texana conferma l’ottimo avvio nella regular season (33 successi e 6 ko), consolidando la seconda posizione a Ovest dietro i campioni in carica degli Warriors. Avanti di 7  all’intervallo lungo, San Antonio accelera nella seconda parte della gara chiudendo con un vantaggio di 27 punti. A trascinare i texani LaMarcus Aldridge, con i suoi 25 punti e 11 rimbalzi, e Kawhi Leonard, autore di 17 punti.  A nulla sono serviti i 18 punti di Brook Lopez, 16 per Joe Johnson, per evitare il quinto ko consecutivo ai Nets. Bargnani, che secondo alcuni rumors potrebbe trasferirsi a Milano, ha messo a referto 7 punti e 2 rimbalzi. Il cambio tecnico con l’esonero di Lionel Hollins , e la squadra affidata ad interim al vice Tony Brown in attesa del nuovo head coach, non ha ottenuto i risultati attesi. I Nets (10-28) restano saldamente al penultimo posto nella Eastern Conference NBA, davanti al fanalino di coda Philadelphia, con appena 4 vittorie su 40 partite giocate.

7 IN DOPPIA CIFRA FRA I WIZARDS – Nel terzo match in programma nella notta italiana arriva la vittoria in trasferta dei Washington Wizards che superano 114-100 i Bulls allo United Center,  grazie  alla prestazione super di John Wall: 17 punti e 10 assist. Sette giocatori in doppia cifra fra i Wizard che centrano il secondo successo consecutivo dopo una serie di 5 sconfitte.